che cosa sono le criptovalute?

Una criptovaluta è una moneta digitale che opera al di fuori dei tradizionali sistemi bancari e governativi, si tratta quindi di una risorsa digitale paritaria e decentralizzata. Il termine deriva dall’inglese cryptocurrency, dall’ unione delle parole “cryptography” (crittografia) e “currency” (valuta).

Di fatto queste monete virtuali vengono create attraverso un sistema di codici.

Cosa si intende per moneta decentralizzata?

Le criptovalute, utilizzano tecnologia peer-to-peer (p2p) muovendosi su delle reti i cui nodi sono costituiti da computer di utenti, potenzialmente sparsi in tutto il mondo. Le criptovalute vengono quindi trasferite da un nodo all’altro, fino ad arrivare a destinazione.

Non c’è dunque un sistema bancario nel mezzo.

Le criptovalute non hanno un sistema bancario che le controlla

Non essendoci quindi nessun intermediario, il controllo delle criptovalute viene dato in carico alla rete. Questo è possibile grazie all’utilizzo di una complessa tecnologia di contabilità generalizzata, chiamata blockchain. Quest’ ultima è in poche parole come un archivio di tutte le transazioni legate alla criptovaluta che si appoggia su di essa.

Questo non ci rende vulnerabili a possibili attacchi informatici?

Questa è la domanda che quasi tutti i lettori si staranno ponendo, ma potete dormire sogni tranquilli perchè questo sistema risulta molto più sicuro di un sistema accentrato, come può essere quello di una banca. Se sei interessato a capire meglio come opera una blockchain e perchè è così sicuro dal punto di vista informatico, puoi leggere l’articolo completo sull’argomento blockchain.

Come sono nate le criptovalute?

Nel gennaio del 2009, dall’ idea di un anonimo inventore (o gruppo di inventori) di cui si conosce solo lo pseudonimo “Satoshi Nakamoto” , nasce la prima criptovaluta conosciuta, il bitcoin.

L’idea che sta dietro la nascita di queste nuove valute, era quella di poter trasferire un’unità monetaria direttamente da computer a computer. In poche parole si voleva poter trasferire del valore tra persone senza dover passare attraverso sistemi centrali come possono essere le banche.

Il logo della criptovaluta più famosa di tutte, bitcoin

Cosa influenza il valore di una criptovaluta?

L’oscillazione del valore di una criptovaluta è generalmente legato al classico sistema di domanda e offerta che gestisce il mercato.

Più una moneta è richiesta, più il suo valore salirà. Viceversa, se vengono vendute più criptomonete di quante ne sono richieste dal mercato, il loro valore tenderà a diminuire.

Il ragionamento dietro il quale varia la richiesta di mercato è molto semplice:

Alla sua nascita, il bitcoin non poteva essere utilizzato per acquistare alcun bene fisico. Pian piano però, le cose sono iniziate a cambiare. Sempre più negozianti e aziende hanno iniziato ad accettare pagamenti in bitcoin. Basti pensare che Elon Musk, founder e CEO di Tesla, ha annunciato la possibilità di poter acquistare una Tesla pagando in bitcoin!

Questo porta, potenzialmente, chiunque voglia acquistare una Tesla a voler possedere bitcoin. E la richiesta di mercato sale!

Successivamente alla nascita, ed al successo di Bitcoin, tante altre monete sono nate, le Alt-Coin (Alternative Coin). Queste si differenziano da bitcoin, e tra di loro, dal fatto che esse sono legate a determinati progetti e/o piattaforme. La più famosa Alt-Coin è Ethereum.

Principali criptomonete

Secondo il sito coinmarketcap, a marzo 2022 si contano più di 18000 criptomonete sul mercato, numero in costante crescita.

Di seguito trovate la lista delle principali criptovalute attualmente presenti sul mercato aggiornata in tempo reale, di tutte potete trovare un articolo dedicato:

Per restare aggiornato sui prossimi articoli, iscriviti alla nostra Newsletter!

Newsletter

Se vuoi rimanere aggiornato sulle prossime guide in uscita, iscriviti alla NewsLetter!