cosa sono gli nft?

L’acronimo NFT (non fungible token) indica uno speciale token crittografico che rappresenta un qualcosa di unico.

Cos’è un NFT e come funziona

Un NFT è in parole povere un certificato di autenticità, la sua attendibilità non è data da un terzo (come può essere per un quadro autenticato da un esperto) ma bensì è data dalla blockchain sul quale questo si appoggia.

Questo certificato, benché simile a una criptovaluta come il bitcoin, è sostanzialmente diverso.

Ogni bitcoin è uguale a un altro e per questo sono tranquillamente interscambiabili (un Bitcoin vale quanto ogni altro Bitcoin presente sul mercato). Per gli NFT invece il ragionamento è diverso.

Gli NFT sono trasferibili, ma non interscambiabili proprio perché ognuno di essi è unico e rappresenta un oggetto unico. Possono avere un solo proprietario (o gruppo di proprietari) per volta.

In poche parole, un NFT è un certificato che si allega a un qualsiasi oggetto (immagine, audio, gif, meme etc…) e ne attesta la proprietà di un soggetto.

Da qui nasce il loro potenziale di monetizzazione. Sono proprietario di un qualcosa di unico e quindi posso vendere a un prezzo che mi permetta di guadagnare.

Differenza tra un NFT e un’opera d’arte

Per quanto l’oggetto in nostro possesso sia unico, bisogna pensare che non abbiamo in mano un quadro di Picasso, ma magari siamo in possesso di una bellissima foto di F1.

Alla mia foto non avrò un accesso esclusivo, ne avranno accesso tutti e quindi il mio bene potrà essere in qualsiasi momento replicato e pubblicato online (fare copia e incolla di una foto è molto più semplice di ridipingere un quadro di Picasso senza notare apprezzabili differenze).

Questo però non deve scoraggiarci e non deve farci pensare che questi NFT siano inutili. Per quante copie della mia foto siano sparse online, solo il proprietario di quell’opera detiene il suo certificato di autenticità che appunto la identifica come unica.

La rivoluzione dell’arte 2.0 ?

Gli NFT dividono le persone in due sostanziali pensieri, c’è chi pensa che siano inutili e c’è invece chi pensa agli NFT come la rivoluzione dell’arte in formato digitale.

L’obiettivo finale degli NFT è quello di puntare a una gestione decentralizzata degli scambi di beni non fungibili un po come l’obiettivo di Bitcoin ai suoi albori.

Come anche il bitcoin, con tutto che il suo valore è molto più alto rispetto a qualsiasi altro token presente sul mercato, questo non è ancora riuscito a sostituire al 100% il sistema monetario attuale.

Sarà lo stesso per questi NFT o dovremmo solo aspettare qualche tempo prima che questi diventino la nuova forma d’arte al tempo del digitale?

Non abbiamo una risposta attendibile a questa domanda e come noi nessuno può prevederlo al momento.

Per restare aggiornato sui prossimi articoli, iscriviti alla nostra Newsletter!

Newsletter

Se vuoi rimanere aggiornato sulle prossime guide in uscita, iscriviti alla NewsLetter!